Verticalizzazione del Liceo: è la mossa giusta? ___ di G. Viscardi

È sempre un piacere ritornar a scrivere sulla voce stampata che meglio rappresenta la nostra piccola Comunità, lo diventa ancor di più quando nel dover stendere qualche riga mi ritrovo a rincontrare il passato, tra un tema che tanto dovrebbe suscitar attenzione nei cittadini di Caposele e gli innumerevoli ricordi che uniscono la mia vita con il Liceo.

 logo-liceo caposele Ormai sono passati ben 3 anni, quasi 4, da quando da liceale varcai per l’ultima volta la soglia di uscita di quella grande famiglia, e addirittura 5 anni da quando ebbi l’onore di sedere al tavolo del Consiglio d’Istituto del Liceo di Caposele, sezione associata del Liceo “Francesco de Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi, votato in rappresentanza degli studenti di Caposele. Da allora tempo ne è passato, molto è cambiato, io mi sono laureato, mentre la grande famiglia ha cambiato volti e colori, ma una cosa è restata immutata, il mio interesse verso gli eventi che riguardassero il Liceo, per tal motivo non potevo esimermi dal soffermarmi su una scelta che condizionerà in maniera significativa il suo avvenire.

Non da poco tempo è divenuta fondata la voce che si voglia effettuare la cosiddetta verticalizzazione del Liceo. Si tratta di una procedura che si realizzerebbe mediante un’aggregazione di tipo verticale tra il Liceo di Caposele e l’attuale Istituto Comprensivo “F. De Sanctis”, volta a garantire da una parte la sussistenza dell’Istituto Comprensivo e dall’altra parte un’autonomia gestionale e strutturale del Liceo di Caposele a discapito del rapporto di collaborazione/subordinazione con il Liceo di Sant’Angelo dei Lombardi. Detta in tali termini sembrerebbe l’occasione giusta per rivendicare un ruolo di primo ordine per il Liceo di Caposele, apparirebbe quindi un’opportunità da cogliere al volo, due piccioni con una fava direbbe qualcuno, da un lato garantire vita all’istituto Comprensivo, dall’altro ridare l’identità e l’autonomia che merita al Liceo di Caposele. Ma siamo certi che tutto ciò sia tanto semplice? Che il successo che si avrebbe valga quanto il rischio in cui si incorre? Che sia la mossa giusta per il futuro del nostro cotanto amato Liceo?

classe-liceo caposele In economia si chiama Swot Analysis la procedura che consente di analizzare e individuare i punti di forza e di debolezza interni all’organizzazione aziendale e le minacce e le opportunità provenienti dall’ambiente esterno, a cui si ricorre prima di procedere all’implementazione di una politica che vada a modificare l’assetto istituzionale e organizzativo, soprattutto se in maniera radicale, come accadrebbe con la verticalizzazione del liceo. Proverò quindi a dar una mia prospettiva di analisi, senza voler giudicare le scelte di qualcuno, ma solo per spiegare il mio punto di vista, ponendo soprattutto attenzione sui punti critici, sui dubbi e sulle incertezze a cui spero avrò risposta con le parole e soprattutto con i risultati, che smentiscano in particolar modo il mio scetticismo.

Innanzitutto in un’epoca in cui assume sempre più necessità e rilevanza strategica la ricerca di concertazione e collaborazione, di apertura e dialogo tra diverse realtà, particolarmente se di piccola dimensione, che si concretizzi in confronto, unione e sviluppo, la verticalizzazione del Liceo potrebbe apparire un controsenso, un’azione di isolamento, venendo a mancare in tal senso l’apertura verso l’esterno che attualmente si concretizzerebbe nel rapporto di associato distaccato con il Liceo di S. Angelo dei Lombardi. Senza alcun dubbio andrebbero lo stesso riviste in maniera determinante le modalità e i pesi della relazione, in cui dovrebbe prevalere un nesso di collaborazione e coinvolgimento e non di subordinazione e indifferenza. Ai miei tempi tentammo, e in parte ci riuscimmo, ad armonizzare il rapporto tra le due sedi liceali, ma non fummo in grado di dar continuità all’incipit iniziale. Sembrerebbe che oggi poco resti del lavoro fatto e che vi sia stato un forte raffreddamento del rapporto. Nonostante ciò ho sempre visto nel Liceo di Sant’Angelo dei Lombardi un’opportunità, non una minaccia.

liceo scientifico- caposele Posto come assunto che il rapporto con il Liceo di Sant’Angelo dei Lombardi sia ormai in declino e non abbia speranze di rivitalizzazione, diverrebbe necessaria e legittimata la procedura di verticalizzazione, che attribuisca autonomia e indipendenza al Liceo di Caposele. Ma si sbaglia chi crede che basti ciò per garantire la sopravvivenza del Liceo, il mercato dei servizi pubblici non è meno agguerrito del mercato dei privati, sarà perciò necessario fin da subito che vi sia una politica forte e lungimirante, che vi sia razionalità, visione e progettualità, se non si vorrà lasciar che il Liceo decadi lentamente e inesorabilmente.

giovani-liceo-caposele È riguardo a tal punto che il mio scetticismo giunge all’apice. Non basterà realizzare un Liceo autonomo ma servirà realizzare un Liceo che sia competitivo e attrattivo, che diventi polo di riferimento per i comuni, le famiglie e gli studenti dei territori limitrofi mediante una strategia a lungo termine che sia ben definita e che consenta di offrire un’offerta formativa, maggiormente ampia e diversificata, di livello soddisfacente, che sia tale da ridurre il gap con i licei vicini e che consenta di sottrarre agli altri istituti e coinvolgere una sempre più ampia fetta di studenti e famiglie. Da tal punto di vista sembrerebbe che il Liceo di Caposele dovrebbe spostare il centro di riferimento e di azione, ponendo attenzione residuale al territorio dell’Alta Irpinia, nel quale presumo assumeranno con il tempo oligopolio assoluto i Licei di Sant’Angelo dei Lombardi e di Montella, e attribuendo la principale destinazione dell’attività formativa all’area della Valle del Sele. Ma quanto flusso potenziale di studenti una tale politica possa generare resterebbe un dato del tutto aleatorio, e poco rassicurante, considerando il forte spopolamento di alcune realtà attraversate dal Sele e la forte e fidelizzata presenza degli Istituti di Buccino e Eboli. Sarebbe quindi indispensabile attuare una politica efficacie e ben elaborata di audit e di marketing che consenta prima di identificare le famiglie e gli studenti, definendo le loro esigenze e richieste, e poi di coinvolgerli nell’attività di orientamento e definizione dell’offerta formativa, creando un solido rapporto di interscambio, affidabilità e fiducia.

scuola- liceo Il solo miglioramento della struttura organizzativa, materiale e intangibile, nonché ampliamento dell’offerta formativa, che dovrebbe ineluttabilmente differenziarsi per novità e originalità, servirebbe a far diventare il Liceo un polo appetibile, ma per far sì che da appetibile diventi realmente e concretamente attrattivo e usufruibile diverrebbe necessario, se non urgente, già da ora, l’implementazione di una linea di indirizzo politico ed economica forte, coerente, permanente e condivisa da parte dei comuni limitrofi, delle istituzione e delle rappresentanze politiche provinciali e regionali che garantisca una razionalizzazione efficiente e una copertura finanziaria ed economica, non solo del Liceo ma, in egual misura, dei servizi accessori, che riguarderebbero, in maniera essenziale, una struttura stradale accettabile e un trasporto pubblico che attualmente manca anche tra i paesi più vicini, ma che dovrebbe servire per ridurre le distanze concrete tra il Liceo e chi usufruirà del servizio offerto. Ciò è necessario per evitare il peggio, che la progettualità si interrompa, che non si garantisca continuità e che del Liceo resti solo un contenitore semi-vuoto che faccia compagnia ai già tanti del nostro paese.

In ogni caso, in tale tentativo di analisi previsionale, la verticalizzazione andrebbe, per fisiologia, a snaturalizzare il Liceo di Caposele, andando a intaccare i valori per cui noi tutti l’abbiamo scelto e vissuto, i valori di una grande famiglia, che non potrebbero continuare a vivere per incompatibilità con le esigenze, con i numeri e con gli obiettivi necessari a un Liceo autonomo e indipendente, che nello sviluppo e nella crescita esponenziale vedrebbe un vincolo necessario per garantire la propria sopravvivenza.

liceo-giovani Le teorie manageriali insegnano che una identica politica attuata in contesti diversi non condurrà agli stessi risultati, ciò a dir che se la verticalizzazione ha avuto esiti pregevoli in altre realtà non è detto che nel Liceo di Caposele si assisterà allo stesso, considerando anche le particolari peculiarità e caratteristiche dello stesso, che se negli anni, per nolontà progettuale da una parte e per indifferenza e scarsa attenzione dall’altra, non ha saputo trarre il potenziale vantaggio dal rapporto con il Liceo di Sant’Angelo dei Lombardi, se non grazie a persone che davvero avevano a cuore il futuro del Liceo, incontrerà con questo procedimento di aggregazione verticale non poche difficoltà e complessità di tipo strutturale e gestionale, le quali potranno esser contenute e superate solo mediante un progetto serio, costruttivo, meditato, organizzato e finanziato che non si esaurisca nell’entusiasmo del momento e con l’intervento degli attuali promotori, ma che garantisca la costruzione di una solida realtà definita e lungimirante. 

Si tratta, dunque, di una scelta di natura non solo politica, ma anche economica e in particolare sociale, in cui studenti, famiglie e cittadini dovrebbe avere un ruolo centrale, quanto meno di consulenza, nella definizione delle linee di indirizzo su cui lavorare. Una scelta tanto valida quanto rischiosa, in cui si potrà solo aver successo o fallire, non ci saranno vie di mezzo. Spero venga data la giusta importanza e attenzione, per il bene della collettività e di chi giustifica la vita stessa di un liceo: gli studenti. Il mio scetticismo e le mie preoccupazione trovano conforto nel saper che tra i promotori di tale scelta vi è una persona che sa bene ciò che fa e che conosce il Liceo meglio di chiunque altro, il Professor Vespucci. Spero tanto che i miei dubbi saranno presto e negli anni smentiti.

Ai posteri l’ardua sentenza.  

Giovanni Viscardidi Giovanni Viscardi

Pubblicato sul n° 93 del periodico La Sorgente

giovani- liceo- caposele scuola caposele bambini-scuola musicoterapia- scuola scuola

About Administrator 546 Articles
Segretario PD

Be the first to comment

Leave a Reply